Mercoledì 01 Dicembre 2021

Il festival

Con Scarabocchio tre giorni di spettacoli (gratuiti) per tutta la città

Al mattino per gli studenti, al pomeriggio e alla sera per tutti i valenzani

scarabocchio-festival-valenza

VALENZA - Valenza il 5, 6 e 7 ottobre (da martedì a giovedì prossimo) ospita il Festival Scarabocchio, organizzato dall’Associazione Culturale Teatrodistinto, che prevede la realizzazione di sei spettacoli, replicati più volte nel corso delle tre giornate, aperti agli allievi delle scuole nel corso delle mattine e a tutta la cittadinanza nei pomeriggi e di sera.

La partecipazione del pubblico è completamente gratuita e sono previsti momenti di dialogo con gli attori e il regista dopo la visione di ogni performance.

Verrà allestito inoltre uno spazio, presso piazzetta Verdi, dove i bambini potranno produrre disegni, immagini ed esprimere pensieri che verranno ripresi da Teatrodistinto e condivisi con la cittadinanza al termine del Festival.

Scarabocchio prevede la partecipazione, in qualità di pubblico, di venti  direttori artistici di teatri, invitati e ospitati da Teatrodistinto, provenienti da molti paesi europei e non solo: Israele, Canada, Francia, Germania, Polonia, Romania, Norvegia sono alcuni dei paesi coinvolti.

Gli operatori avranno modo di vedere gli spettacoli, di conoscere la città di Valenza e alcuni luoghi di grande valore culturale, come l’Oratorio di San Bartolomeo, e di scoprire le peculiarità della città attraverso il confronto e il dialogo con gli abitanti e con le istituzioni.

Scarabocchio è un progetto ambizioso ideato da Teatrodistinto, sotto l’attenta direzione artistica del suo fondatore e presidente Daniel Gol, che mira a creare occasioni di incontro culturale per tutti i cittadini, con una particolare attenzione ai giovani, ma vuole anche dare vita a scambi culturali e artistici di ampio raggio, che diano respiro al territorio. Per questo i lavori proposti, ideati e diretti da Gol, vedono in scena attori di diverse provenienze e formazioni, che portano in scena la loro creatività e professionalità. La realizzazione dell’evento è resa possibile dal contributo e dal fondamentale sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e della Fondazione Social, nonché dal sostegno e dall’appoggio del Comune di Valenza. Queste tre realtà hanno creduto e scommesso sul progetto, in un momento così complesso e delicato, rendendo possibile una riapertura alla cultura e all’incontro.

In programma, nei tre giorni, Kish Kush, La pecora nera, Il canto del coccodrillo, La stanza dei dinosauri, Solitarium e La rivincita.

I lavori proposti trattano temi importanti e significativi per tutte le età, l’incontro con la diversità con le sue criticità e ricchezze, la difficoltà di crescere ed affrontare le proprie paure e fragilità, il bisogno di accettarsi ed essere accettati per ciò che si è, la paura di perdere e di competere, lo scambio con l’altro e la scoperta della propria affettività.

Gli spettacoli, adatti ai bambini, alle famiglie, ma anche agli adulti, verranno replicati al Teatro Sociale di Valenza, che ha appoggiato e favorito l’iniziativa, secondo un programma intenso (che alleghiamo). Saranno osservate le normative Covid vigenti, e per questo è richiesta la prenotazione al 335-8246808 (anche con WhatsApp)

Nei pomeriggi del 5 e del 6 ottobre, alle 17, sarà possibile visitare l’interno dell’Oratorio di San Bartolomeo, in un momento di saluto e incontro degli operatori presenti con le istituzioni.

«Con il Festival Scarabocchio organizzato dall'Associazione Culturale Teatrodistinto riparte a Valenza il teatro. Ospitare negli spazi comunali dell'Oratorio di San Bartolomeo e del Teatro Sociale una tre giorni non stop di spettacoli destinati a tutte le fasce di età è un forte segnale di ripresa delle attività culturali nella nostra città. Ci inorgoglisce anche la presenza di un pubblico internazionale composto dai direttori artistici di teatri europei ed extra europei che oltre a  vedere gli spettacoli visiteranno anche la nostra città» commentano il sindaco Maurizio Oddone e l’assessore ai beni culturali Alessia Zaio.

Il programma - Scarabocchio

Martedì 5 ottobre

9.30-10.30   La rivincita - Teatro Sociale - Età +5

11.30-12.30  La pecora nera - Teatro Sociale - Età +3

14.30-15.30  La stanza dei dinosauri - Teatro Sociale - Età +5 

16.30-17.15 Kish Kush - Teatro Sociale - Età +3 

17.30  Tea time in chiesa - Spazio di incontro e conoscenza presso l’Oratorio di San Bartolomeo 

18.30-19.30  Il canto del coccodrillo - Teatro Sociale - Età  +6 

21.30-22.30 Solitarium - Teatro Sociale - Età  +4 

Mercoledì 6 ottobre

9.00-10.00  Solitarium - Teatro Sociale - Età +4  

11.00-12.00  Kish kush - Teatro Sociale - Età +3

14.00-15.00  La rivincita - Teatro Sociale - Età +5 

16.00-17.00  La pecora nera - Teatro Sociale - Età +3  

17.00 Tea time in chiesa - Spazio di incontro e conoscenza presso l’Oratorio di San Bartolomeo 

18.00-19.00 La stanza dei dinosauri - Teatro Sociale - Età  +5 

Giovedì 7 ottobre 

9.00-10.00  Solitarium - Teatro Sociale - Età +4  

11.00-12.00  La pecora nera - Teatro Sociale - Età +5 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

dal 29 novembre

Poste, nuovo orario per sei uffici: apertura da lunedì a sabato

26 Novembre 2021 ore 10:30
Guardia di Finanza

Sequestrati oltre un milione di beni
a un commercialista alessandrino

29 Novembre 2021 ore 09:57
.