Mercoledì 26 Gennaio 2022

Valmadonna

Spaventapasseri contro il biogas

Oggi l'iniziativa "folk", domani Conferenza dei servizi

Spaventapasseri contro il biogas

Stamani, spaventapasseri sui prati di Valmadonna

VALMADONNA - Una mattinata soleggiata, "sperando sia radiosa anche quella di domani". Così dicono a Valmadonna dove attendono la Conferenza dei servizi (in programma l'11 marzo alle 10.30) che dovrà decidere sulla richiesta del Gruppo Ravano di Genova che vuole impiantare, in via Porcellana, una centrale  a biomasse per la produzione di biogas.

Il progetto è fortemente contestato dal Comitato per no, i cui esponenti, stamani, hanno deciso di collocare molti spaventapasseri nei campi valmadonnesi: un'operazione folcloristica e significativa, con l'esibizione delle magliette con su scritto lo slogan "No biogas a Valmadonna", ripetuto anche in occasione dei sit-it in Comune e nei luoghi dove l'impianto potrebbe sorgere.

Nel sobborgo c'è moderata fiducia per l'esito della Conferenza di domani. Il Comitato ha incassato anche l'appoggio del Comune di Alessandria e quello del presidente della Provincia, Gianfranco Baldi, che si è detto dubbioso circa l'opportunità di un impianto di così grandi dimensioni (4 ettari).

Il Gruppo Ravano, domani, insisterà sul fatto che "si va incontro alle richieste dell'Europa che vuole mettere al bando i combustibili fossili". L'amministratore unico, Giovanni Ravano, e il tecnico Andrea Chiabrando hanno ribadito che l'impatto ambientale sarà minimo e che la centrale sarà un'occasione anche per gli agricoltori della zona.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Il video

Alessandria, rissa in via Pontida

16 Gennaio 2022 ore 15:02
Il lutto

Schianto di Astuti: Elisa aveva 49 anni

18 Gennaio 2022 ore 14:10
Le indagini

Casale: commando rapina la Credem

21 Gennaio 2022 ore 16:43
.