Mercoledì 01 Dicembre 2021

Virus - L'analisi

«Contagi, si torna ai dati di maggio scorso»

Le consuete valutazioni di Carluccio Bianchi, docente dell'Upo

virus-l'analisi-coronavirus-carluccio bianchi

«A livello nazionale ci sono realtà che vanno molto male, il Piemonte invece, pur confermando la crescita, sale a un ritmo inferiore».


Comincia con questa considerazione l’analisi di Carluccio Bianchi, docente di Macroeconomia dell’Upo, che come di consueto analizza i numeri della pandemia.

«Lombardia, Veneto, Lazio, Campania, Friuli, Liguria e Marche evidenziano un rendimento che preoccupa, la nostra regione invece limita i danni e ancora meglio fa Alessandria. Per la prima volta, però, ci troviamo a fare i conti con una pressione che sta aumentando all’interno degli ospedali».

In riferimento all’incidenza dei nuovi contagi ogni 100mila abitanti, l’Italia è a 98, poi Lombardia (89) e Piemonte e Alessandria, rispettivamente a 75 e 54.

«A livello di numeri assoluti - aggiunge Bianchi - la nostra regione passa da 2518 a 3194 nuovi casi in sette giorni, 676 in più e 456 di media al giorno. Per ritrovare dati simili dobbiamo tornare addirittura allo scorso mese di maggio, quando si stava esaurendo la terza ondata».

Il traino, ovviamente, è rappresentato da Torino, che contribuisce con 317 nuovi episodi, ma si comportano male anche Novara, Cuneo e soprattutto il Vco. Alessandria è l’unica in leggera flessione, «ma è un dato poco attendibile, perché basato sul confronto con numeri molto elevati del precedente periodo. E la tendenza, in ogni caso, è all’aumento oramai da oltre un mese».

In un contesto simile, calano gli asintomatici (dal 60 al 58%) e aumenta il tasso di positività, che raggiunge lo 0,9% (soltanto martedì era inferiore di due punti ).



Capitolo ospedali: le terapie intensive registrano un preoccupante ‘più 10’ in due giorni e salgono fino a 30. «È un massimo relativo - conferma il professore - e l’indice di saturazione sfiora il 5%, la metà della soglia oltre alla quale si passa in giallo. I ricoveri ordinari erano 243 e sono 296, con tasso di occupazione al 5,1%. In questo caso, il margine che ci separa dal limite del 15% è un po’ più ampio».

Rallentano invece i decessi, da 22 a 15, due dei quali riferiti all’Alessandrino.

Infine la provincia, che scende da 230 a 223 contagi settimanali, 32 al giorno di media. Aumentano i guariti, 152, ma i nuovi positivi sono comunque 69 in più e 473 in totale. Il capoluogo, che supera quota 100, è in testa alla graduatoria dei centri zona, completano il podio Casale con 59 e Tortona con 31.

«Prospettive? Questa fase di crescita durerà ancora, fondamentale accelerare sulle terze dosi. I dati sull’efficacia dei vaccini parlano chiaro».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

dal 29 novembre

Poste, nuovo orario per sei uffici: apertura da lunedì a sabato

26 Novembre 2021 ore 10:30
Guardia di Finanza

Sequestrati oltre un milione di beni
a un commercialista alessandrino

29 Novembre 2021 ore 09:57
.