Venerdì 22 Ottobre 2021

Live

Maltempo, allerta rossa. Niente scuole ad Alessandria. Ancora chiuso il ponte Bormida

Ore 6.30: ancora chiusi numerosi ponti e vie di collegamento 

maltempo-allerta-pioggia-allagamenti-scuole-alessandria-bormida-fiumi

Il ponte Bormida, ad Alessandria, chiuso poco prima delle 21

ALESSANDRIA - ORE 6.30 - La Protezione Civile segnala che sono ancora chiusi il Ponte Bormida sulla Ss 10; Ponte Orba a Casalcermelli; Ponte Orba a Predosa; la Sp Novi - Ovada a Pratalborato; la Sp Predosa - Ovada a Rocca Grimalda; la Sd del Sassello; la Ss del Cadibona e alcune Sp intorno a Cartosio e Montechiaro.

ORE 00.20 - La Protezione Civile sta effettuando alcuni sopralluoghi, in località Molinetto. Il fiume Bormida, arrivato a 9 metri e 40, sta leggermente scendendo facendo registrare 9.36.

ORE 22.17 - Il Bormida ad Alessandria è arrivato a 9 metri, ma come evidenziano dalla sala della Protezione Civile la curva sembra iniziare a rallentare. Colmo di piena attesa nelle prossime ore.

ORE 21.59 - Bormida ad Alessandria arrivato a quota 8,82 metri: l'assessore Buzzi Langhi in ricognizione nell'area del fiume insieme alla Protezione Civile, mentre a Villa Guerci, sede della Protezione Civile cittadina, restano l'assessore Piervittorio Ciccaglioni, il dirigente Marco Neri e gli uomini e le donne dell'ente.

ORE 21.34 - Il fiume Bormida, ad Alessandria, ha raggiunto in questi minuti un'altezza di 8,33 metri (salendo di circa 5 metri in tre ore) ed è destinato ancora ad aumentare la portata , ma a monte l'Orba è calato di 50 centimetri.

ORE 21 - A Casale le scuole resteranno aperte: la scelta del Comune

ORE 20.52 - In questi minuti Anas, Polizia municipale e Protezione civile stanno chiudendo il ponte sul Bormida in uscita da Alessandria (foto sotto). Nelle prossime ore è atteso il passaggio del colmo di piena del fiume. Aperti invece il ponte della Maranzana sulla Sp 185 ad Alessandria e quello sulla Sp 181 a Castellazzo Bormida.

ORE 20.34 - Aggiornamento Arpa Piemonte: una vasta area di bassa pressione atlantica è estesa dalle isole Britanniche alle Baleari con un minimo barico al suolo, attualmente posizionato al largo della Costa Azzurra. Tale situazione convoglia un flusso di aria umida ed instabile sul nordovest italiano, determinando precipitazioni sul Piemonte.

I fenomeni, anche a carattere temporalesco e di forte rovescio, stanno registrando i valori più elevati e persistenti sull’Alessandrino.

Dalle prime ore della giornata odierna si sono registrati incrementi significativi dei corsi d’acqua del settore meridionale orientale: in particolare il torrente Erro ha superato il livello di pericolo di circa 60 centimetri mantenendosi su tali valori per diverse ore. Attualmente è in diminuzione su valori ben al di sotto del livello di guardia. La piena dell’Erro sommata alle intense precipitazioni che insistono da stamattina in testata di bacino, hanno provocato il raggiungimento dei livelli di pericolo sul Bormida sia a Piana Crixia che a Cassine.  Si registrano superamenti dei livelli di pericolo anche sull’Orba a Tiglieto, mentre a valle al momento i livelli sono al disotto dei valori di guardia. Altri incrementi ma meno significativi sono stati osservati su alcuni corsi d’acqua del reticolo idrografico secondario del bacino del Toce. Non si registrano al momento incrementi significativi lungo l’asta del Po e del Tanaro.

Alle 19.30 il Bormida ad Alessandria ha superato il livello di guardia e l'Orba a Basaluzzo ha superato il livello di pericolo.

Nelle prossime ore il minimo al suolo si sposterà verso il golfo Ligure, determinando un’intensificazione dei venti sia nei bassi strati da sudest sia da sud più in quota, continuando ad alimentare una zona di convergenza tra Genovese e Savonese e tra Verbano e Alto Novarese. E’ attesa quindi una intensificazione delle precipitazioni su tutta la regione, con valori anche molto forti sul settore orientale, in particolare su Verbano e zone pedemontane settentrionali; perdureranno ancora picchi sostenuti e persistenti sull’Alessandrino.

I fiumi per le prossime ore sono previsti con ulteriori incrementi dei livelli dell’Orba da Basaluzzo a Casalcermelli fino a valori di pericolo, mentre il Bormida si mantiene al di sopra del livello di pericolo. Ad Alessandria si attende in serata il passaggio della piena del Bormida, alimentata anche dal contributo dell’Orba, con valori oltre il livello di pericolo e conseguentemente un innalzamento significativo dei livelli del Tanaro all’idrometro di Montecastello. Incremento dei livelli del reticolo principale e secondario del bacino del Toce e del Sesia. Sono ancora attesi inneschi isolati di frane superficiali che fino alla giornata di domani potrebbero interessare con alta probabilità tutte le zone del settore orientale della regione.

ORE 19.59 - Sono 30 le persone evacuate dall'area golenale del Bormida ad Alessandria, 20 a Casal Cermelli. Altre in corso a Predosa per crollo della parete di un'abitazione e a Ovada.

ORE 19.41 - Sulla A26 - segnala la Protezione Civile - chiusura del tratto compreso tra il bivio con la A10 e Ovada in direzione Alessandria a causa di uno smottamento al km 22 vicino alla galleria Broglio. In direzione di Genova, chiusura della A26 tra il bivio per la diramazione Predosa, Bettole e Masone.

ORE 18.58 - Le videointerviste degli assessori alessandrini Buzzi Langhi e Ciccaglioni.

"Il territorio presidiato per la piena del Bormida", le loro parole.

Alessandria: "Territorio presidiato per il Bormida"

Le interviste degli assessori Buzzi Langhi e Ciccaglioni

ORE 18.38Il torrente Orba è esondato a Ovada e Silvano d'Orba: vi sono alcune famiglie sfollate, la Protezione Civile chiede di prestare particolare prudenza in zona. Segnalati anche interventi di evacuazione a Casal Cermelli e Predosa.

ORE 18.37 - Arpa Piemonte ha aggiornato nel pomeriggio (ore 17) la mappa delle piene fluviali. Come si può notare dalla cartina, nessuna criticità per il Tanaro, allerta elevata invece sia per il Bormida che per l'Orba, ordinaria per lo Scrivia.

ORE 18.22 - A causa del maltempo è chiusa la via Oltre Orba che unisce Predosa a Capriata e il centro di Capriata alla zona industriale Saiwa, con un doppio disagio per la viabilità. Infatti in questa fase di lavori di consolidamento del ponte Orba a Silvano d’Orba, la via comunale di Capriata dovrebbe funzionare come deviazione della viabilità locale e provinciale.

In prossimità del rio Albedosa all’altezza di Capriata-Pratalborato, invece, non è stata chiusa la strada by pass, realizzata per permettere la ricostruzione della strada provinciale alluvionata nel 2019. 

ORE 18.07Circolazione sospesa sulla linea ferroviaria Genova-Ovada-Acqui Terme. A causa delle abbondanti piogge che stanno interessando la zona, il livello dell'acqua del fiume Stura ha raggiunto i livelli di guardia e rende necessaria la chiusura precauzionale della linea. Le condizioni stradali non permettono, al momento, di attivare un servizio bus sostitutivo.

Permane anche la chiusura al traffico ferroviario nella tratta Savona-San Giuseppe sulle linee Savona-Torino e Alessandria-Savona. I treni Torino-Savona e Fossano-San Giuseppe fanno capolinea a Ceva mentre i collegamenti Alessandria-Savona si fermano a San Giuseppe. Attivato un servizio bus tra Ceva-San Giuseppe e Savona. I viaggiatori sono autorizzati a utilizzare i treni sull’itinerario Torino-Genova-Savona senza alcun sovrapprezzo.

ORE 18.05 - La piena del fiume Bormida ad Alessandria. Tutte le foto.

ORE 17.44 - La situazione dei fiumi nell'Ovadese. Tutte le foto.

ORE 17.36 - Aggiornamento dal Novese: a Gavi evacuate a scopo precauzionale 45 persone che abitano sotto il Forte: dormiranno nella palestra delle scuole. Otto di loro si rifiutano di abbandonare la propria abitazione: avvisati i Carabinieri. Scuole chiuse domani a Novi Ligure, Gavi, Serravalle e Arquata.

ORE 17.17 - In corso il Centro Coordinamento della Prefettura di Alessandria (foto Protezione Civile).

ORE 16.40 - La situazione all'altezza del ponte di Rivalta Bormida, in un video della Protezione Civile.

ORE 16.20 - Arpa comunica che una vasta area di bassa pressione atlantica sta interessando il nordovest italiano attivando instabilità anche pronunciata, causa dei temporali violenti che da stamattina stanno interessando la zona appenninica della nostra regione.

Forti precipitazioni hanno interessato il Piemonte nelle prime ore odierne. I valori maggiori sono occorsi in Liguria e nelle zone Piemontesi di confine. Alle 13.30 sono stati registrati 619,6 mm a Rossiglione(587 mm in 6 ore), 588,4 mm a Montenotte Inferiore nelle ultime 24 ore (560,6 mm in 6 ore), 432,2 mm a Ponzone Bric Berton con 416,6 mm in 6 ore.

I primi effetti delle precipitazioni di questa mattina sui corsi d’acqua si sono avuti sul torrente Erro che, all’idrometro di Cartosio, ha superato il livello di pericolo raggiungendo valori mai registrati in passato. Quest’onda di piena eccezionale confluirà nel fiume Bormida pertanto sono previsti incrementi repentini dei livelli di quest’ultimo che, con molta probabilità, supererà il livello di guardia oggi pomeriggio. Sempre nei bacini meridionali si assisterà anche ad un innalzamento significativo dei livelli di Orba e Scrivia e dei rispettivi reticoli secondari.

Nelle prossime ore il flusso di correnti umide meridionali si farà sempre più intenso soprattutto sulla parte orientale della regione, a causa del movimento di un minimo di bassa pressione al suolo che andrà posizionandosi in serata sulla costa Azzurra. Previsti, dunque, pioggia intensa e temporali ancora violenti in particolare a partire dalle ore serali di oggi e più probabili sul settore appenninico e tra Verbano, Biellese e Novarese. Domani la parte più attiva della perturbazione si sposterà verso le regioni nordorientali della nostra penisola, favorendo un graduale miglioramento delle condizioni meteorologiche, in particolare dal pomeriggio.

Lungo l’asta del Po si assisterà ad un graduale incremento dei livelli nella parte più orientale del bacino quindi a partire da Crescentino fino a Valenza dove, in considerazione dei contributi del Sesia, si potrà raggiungere una condizione di moderata criticità. Alla chiusura della parte piemontese del bacino del Po, idrometro di Isola Sant’Antonio, si prevede una criticità ordinaria nella seconda parte della giornata di domani.

L’intensità delle precipitazioni e gli innalzamenti dei livelli idrometrici determinano Allerta Rossa per rischio idrogeologico ed idraulico su Toce (A), Belbo e Bormida (G); Allerta Arancione su Sesia, Cervo e Chiusella (B), Scrivia (H), Pianura Settentrionale (I) e Tanaro (F); Allerta Gialla su Pianura del torinese (L), Orco, Lanzo, Bassa val di Susa e Sangone (C).

ORE 16.13 - Il Comune di Alessandria, tenuto conto dell’attuale situazione dei livelli idrometrici sull’asse del fiume Bormida a monte del territorio alessandrino e della previsione di ulteriori precipitazioni sull’intero bacino, si è ritenuto opportuno provvedere alla tutela della pubblica incolumità dei residenti delle aree golenali vietando temporaneamente l’utilizzo delle proprie abitazioni ubicate nell’area golenale, fino al deflusso di eventuali eventi di piena.

Pertanto è stata emanata un’ordinanza sindacale che dispone lo sgombero delle abitazioni ubicate in area golenale del Bormida o laddove sia possibile il ricovero ai piani superiori fino a deflusso avvenuto.

ORE 16.08 - La Protezione Civile segnala la chiusura della Sp 199 dal km 0.500 a 1.000 tra Rocca Grimalda e Carpeneto.

ORE 16.06 - La piena del Lemme a Basaluzzo e Capriata (nelle foto di Dino Ferretti).

ORE 15.52 - Rfi informa che il traffico ferroviario è fortemente rallentato per condizioni meteo critiche tra Campo Ligure e Ovada. I treni viaggiano con riduzione precauzionale della velocità nel tratto interessato. Maggior tempo di percorrenza fino a 70 minuti per i treni in viaggio.

ORE 15.35 - Arpa Piemonte ha diramato per le prossime ore allerta rossa idrogeologica per esondazioni dei corsi d'acqua e attivazione fenomeni di versante in valli Bormida e Orba. Allerta arancione su tutti gli altri settori della provincia con limitate esondazioni dei corsi d'acqua e attivazione fenomeni di versante.

Scuole di ogni ordine e grado chiuse nella giornata di domani, martedì 5 ottobre, a Alessandria, Novi Ligure, Arquata Scrivia, Gavi, Ovada, Acqui Terme, oltre ad altre reale come ad esempio Castellazzo Bormida. Istituzioni e forze dell'ordine chiedono di prestare la massima attenzione, di rimanere lontani dalle zone di pericolo e dai corsi d'acqua muovendosi solo in caso di estrema necessità.

LEGGI TUTTI GLI GLI AGGIORNAMENTI SUL MALTEMPO

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

L'annuncio

Green Pass e lavoro: Draghi firma il nuovo Dpcm

14 Ottobre 2021 ore 18:45
La gara

Sposi in tivù, vince la nostra coppia

17 Ottobre 2021 ore 19:18
.