Giovedì 22 Ottobre 2020

La cerimonia

S. Salvatore e Villadeati insieme per ricordare Don Camurati

Il 9 ottobre del 1944 il più cruento episodio di mano nazifascista in Monferrato

S. Salvatore e Villadeati insieme per ricordare Don Camurati

SAN SALVATORE - Venerdì 9 ottobre 2020 si ricorda l'eccidio di Villadeati, uno degli episodi di mano nazifascista più bui della storia del novecento in Monferrato e senza dubbio il più crudele.  

Quest'anno per l'iniziativa congiunta di San Salvatore Monferrato e di Villadeati il sacrificio di don Ernesto Camurati verrà ripercorso attraverso alcuni momenti organizzati nei due comuni.

Sabato, a settantasei anni dalla morte del sacerdote sansalvatorese che, nel paese dove prestava il servizio di pastore, Villadeati, offrì la sua vita nel vano tentativo di salvare dieci padri di famiglia dall’efferata crudeltà dei soldati tedeschi, alle ore 18, presso il teatro Comunale, si terrà la conferenza "Don Camurati e la sua gente nella Resistenza". L'avvocato e storico Sergio Favretto, alla presenza dei sindaci dei due comuni, Enrico Beccaria e Angelo Ferro, racconterà i fatti accaduti in quella fredda giornata d'autunno, contestualizzando l'episodio nel più ampio quadro delle vicende vissute dalle popolazioni monferrine nei terribili momenti in cui si giocarono le sorti della Nazione, fino alla Liberazione dalla dittatura.

Sergio Favretto, in particolare, affronterà il tema della Resistenza e il rapporto fra mondo cattolico, clero, formazioni partigiane e popolazione locale contro l'invasione nazifascista.

Domenica 11 ottobre le celebrazioni si terranno a Villadeati, dove i sindaci ricorderanno l'eccidio alle ore 9,30 con una funzione religiosa presso la chiesa di San Remigio, commemorando don Camurati e i Martiri; seguirà una breve cerimonia commemorativa davanti alla lapide del monumento dei caduti.

Il sindaco Enrico Beccaria: «La figura di Don Camurati ha sempre fatto breccia nella sensibilità dei sansalvatoresi, tanto che negli ultimi anni è stato realizzato anche un murales con la sua figura e nel 70º dal terribile eccidio l’allora amministrazione Tagliabue insieme all’associazione culturale Tantasâ con l’allora presidente che è l’attuale sindaco presentarono un incontro intitolato “Le figure religiose della Resistenza”. L’auspicio è che questa due giorni su Don Camurati sia l’inizio di una serie di riflessioni su quanto è successo nelle nostre colline in quel terribile periodo di occupazione nazifascista».

L’incontro a San Salvatore del 10 ottobre vedrà oltre ai due sindaci di San Salvatore e Villadeati è il relatore Sergio Favretto anche la testimonianza del parroco don Gabriele Paganini e del presidente degli Alpini di San Salvatore Corrado Vittone.

 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

>

Le notizie più lette

La tragedia

“I Vincenti responsabili”. Il Gup: imprudente...

20 Ottobre 2020 ore 18:25
.