Lunedì 16 Settembre 2019

La protesta

Don Abele, il corteo e la città unita

Cosa succede ora dopo la manifestazione per "salvare" il sacerdote?

Don Abele, il corteo e la città unita

Un momento della manifestazione di ieri

VALENZA - E adesso cosa succederà? Forse nulla o forse molto. Cosa accadrà dopo la grande manifestazione di ieri, con Valenza in piazza per cercare di non perdere don Abele Belloli, parroco della Madonnina, destinato a essere trasferito, forse a Castellazzo? Come si comporterà il vescovo Gallese, da cui dipendono le sorti del sacerdote?

Cambierà idea o si comporterà come quando, sempre a Valenza, impose il trasferimento di don Giuseppe Biasiolo a Bosco Marengo e Frugarolo?

All'epoca, la parrocchia del Sacro Cuore venne accorpata al Duomo, sotto la guida di monsignor Marasini, ora sembra essere don Di Luca il destinato a reggere Madonnina e Sant'Antonio (col pensionamento di don Franco Farenga). Ieri, intanto, molte persone, forse 500 hanno solidarizzato con don Abele, il quale s'è limitato a ringraziare, senza esporsi troppo. Che non voglia lasciare Valenza è noto. Che ci siano molte realtà, sportive e sociali, che vogliono che resti è chiaro.

Anche il sindaco Barbero ("da ateo") vorrebbe non perdere un sacerdote importante per la comunità. Basterà tutto questo a convincere il vescovo?  Oppure prevarranno le ragioni di chi preferisce che don Abele se ne vada altrove?

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Lu e Cuccaro 

Perseguita
la ex
e invia foto...

06 Settembre 2019 ore 13:39
Scuola

Un nuovo dirigente
per le primarie

10 Settembre 2019 ore 13:53
Prima Categoria

Poker esterni per Luese e Pozzolese, bene anche la Novese

08 Settembre 2019 ore 18:00
.