Sabato 08 Agosto 2020

L'iniziativa

Storia, arte e cultura: il Fai fa lezione su Meet

Tutte le date (e tutti i link diretti) per seguire gli eventi del Fondo Ambiente Italiano della provincia di Alessandria

Storia, arte e cultura: il Fai fa lezione su Meet

ALESSANDRIA - Inizierà venerdì 3 luglio e proseguirà fino a gennaio 2021 il progetto di incontri online ‘Quattro chiacchiere con il Fai’ ideato dalla delegazione alessandrina del Fondo Ambiente Italiano. Le riflessioni, proposte tramite la piattaforma Meet (linkate di seguito per ogni singolo evento), sono state pensate in preparazione all’Anno Dantesco 2021 e culmineranno nella Lectura Dantis del settimo canto del Purgatorio, quello in cui viene citata Alessandria, il 28 gennaio del prossimo anno..

La delegazione Fai guidata da Ileana Spriano ha concepito gli incontri «per dialogare su realtà locali a volte non del tutto evidenti facendole emergere e conoscere al pubblico degli appassionati di storia, arte e cultura - spiegano dal Fai - Il progetto vuole così far conoscere e ascoltare la voce di coloro che organizzano, promuovono gli eventi, una voce che interpreta e racconta suggestioni, che espone ragionamenti, che esprime preoccupazioni riguardo la situazione dei beni culturali materiali e immateriali di cui la nostra terra è ricca e spesso trascurata».

L’impegno, scansionato in 21 momenti di riflessione, inizierà venerdì 3 luglio, con un incontro programmatico, e continuerà, con una pausa agostana, fino al 28 gennaio 2021 quando aprirà ufficialmente l’Anno Dantesco della delegazione di Alessandria.

Gli incontri sono fissati tutti alle 18. Il primo di venerdì 3 si intitola ‘Storia vissuta o Storia subita?’: la delegazione presenterà episodi che hanno coinvolto la storia cittadina e del territorio per poter meglio comprendere se gli alessandrini ne sono stati protagonisti o spettatori.

Il 10 sarà la volta di Adriano Antonioletti e i generali vittoriosi e quelli sconfitti. Si prosegue il 16 luglio con l’abbazia di Santa Giustina a Sezzadio, mentre gli incontri di luglio termineranno il 23 con ‘Trotti, Ghilini, Artù e Fai’, in occasione della festa di San Giacomo.

Altra festa, altro incontro: la fine di agosto segna l’avvento del Capodanno alessandrino e il 27 agosto il Fai sarà pronto a raccontare ‘Creata non generata’, le vicissitudini legate alla creazione della nostra città.

Il 3 settembre in programma un approfondimento su Acqui Terme; il 10 dello stesso mese ‘Telecomunicazioni e razionalismo’ per passare a conoscere le fonti devozionali e penitenziali alla base dell'iconografia del Crocifisso ligneo in San Giacomo della Vittoria (il 17) e concludere settembre, giovedì 24, con ‘Il sogno di Pio V’ e Santa Croce.

Il progetto di Edoardo Arborio Mella sarà al centro dell’incontro del 1° ottobre; seguiranno ‘Predosa e la storia dell’agricoltura’ (8 ottobre), ‘Casella, Valizzone, Guerci, Straneo’ (15 ottobre) e ‘Governatori e comandanti: piccola nota alessandrina alla storia nazionale’ (22 ottobre). A novembre, al centro dei dibattiti, le storie di committenza (il 12), gli archi (il 19) e Gardella (il 26) e a dicembre spazio a Castellazzo Bormida (il 3), il razionalismo (il 10) e capolavori sconosciuti (il 17). Il 21 gennaio 2021 Ordine degli Umiliati e il 28 Lectura Dantis.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Polstrada

La lunga coda sull'A26? Un camionista addormentato!

05 Agosto 2020 ore 09:01
.