Mercoledì 01 Aprile 2020

Coronavirus

Aiop: "Pronti a mettere in rete le nostre 36 strutture"

Il presidente Perla: "Il nostro supporto per decongestionare gli ospedali pubblici e gestire pazienti anche gravi" 

Aiop: "Pronti a mettere in rete le nostre 36 strutture"

Giancarlo Perla

ALESSANDRIA - La federazione piemontese di Aiop - Associazione Italiana Ospedalità Privata mette a disposizione del sistema sanitario la propria rete composta da 36 strutture per combattere l'emergenza coronavirus.

Gli operatori della sanità privata, dunque, si dichiarano pronti a porre in atto "tutte le azioni che saranno ritenute utili ed efficaci per contrastare il propagarsi del virus e prestare le cure più efficaci ai nostri cittadini".

"Siamo consapevoli che combattere questo virus significhi un grosso impegno, che coinvolge a ogni livello tutti gli operatori della sanità - spiega il presidente di Aiop Piemonte, Giancarlo Perla - E' per tale motivo che siamo completamente disponibili, quali aziende facenti parte del servizio sanitario nazionale, a mettere in rete le nostre strutture per decongestionare gli ospedali pubblici e gestire pazienti anche gravi nei nostri posti letto di Rianimazione, di acuzie o anche di post acuzie in ipotesi di malati cronici".

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

serravalle scrivia

Sorpreso a girare in auto: non aveva nemmeno la patente

29 Marzo 2020 ore 16:00
.