Mercoledì 01 Aprile 2020

In Qatar

"La fuga a nuoto. Ero prigioniero dello sceicco"

L'incredibile storia dell'imprenditore alessandrino Ferruccio Cerruti

"La fuga a nuoto. Ero prigioniero dello sceicco"

ALESSANDRIA - Ferruccio Cerruti è un imprenditore alessandrino che, privato dei documenti per l’espatrio, ha deciso di fuggire dal Qatar a nuoto. Troppi 20 km di bracciate: non ce l’ha fatta. Ma ci ha riprovato con un kayak, riuscendo a raggiungere il Bahrein da dove è ripartito per l’Italia.

Racconta al “Piccolo” un’avventura pazzesca, condivisa in parte con due concittadini, Riccardo Scalzi e Marco Carletti. Insieme, lavoravano in Qatar dove Cerruti aveva avviato una società insieme a uno sceicco che, forte di una legge dal sapore tribale, ha avuto, di fatto, pieni poteri su di lui. Tanto da impedirgli di tornare.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

serravalle scrivia

Sorpreso a girare in auto: non aveva nemmeno la patente

29 Marzo 2020 ore 16:00
.