Mercoledì 01 Aprile 2020

Agricoltura

Confagricoltura: “no al tentativo di screditare il Made in Italy all'estero”

Luca Brondelli: “si sa bene, anche all’estero, che il Coronavirus non c’entra nulla con la salubrità e la qualità degli alimenti”

Confagricoltura Alessandria e “L’aratro”: i festeggiamenti per il centenario

Luca Brondelli di Brondello

PROVINCIA - “Ci sono catene alimentari che pretendono strumentalmente garanzie sulla sicurezza degli alimenti provenienti dall'Italia e si verificano, allo stesso tempo, speculazioni sui prezzi all’origine dei generi alimentari e delle materie prime italiane”: è la denuncia di Confagricoltura riguardo le ripercussioni per il Made in Italy agroalimentare a causa del Coronavirus.

“Non accettiamo speculazioni di concorrenti che vogliono strumentalizzare la situazione e screditare le nostre produzioni – ha spiegato il presidente di Confagricoltura Alessandria, Luca Brondelli di Brondello - Si sa bene, anche all’estero, che il Coronavirus non c’entra nulla con la salubrità e la qualità degli alimenti. E si sa altrettanto bene che il Made in Italy agroalimentare è sottoposto a severe norme produttive e altrettanti controlli. Si sta facendo sciacallaggio, cercando di azzoppare un settore fondamentale per l’economia e ambasciatore dell’Italia nel mondo”.   

“A questo punto – ha concluso Brondelli – sosteniamo con convinzione il governo affinché intervenga per fermare episodi deplorevoli che condannano ingiustamente l’Italia e per garantire condizioni di reciprocità”.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

serravalle scrivia

Sorpreso a girare in auto: non aveva nemmeno la patente

29 Marzo 2020 ore 16:00
.